Non si nasce una volta sola. Perchè ‘Casa Tufilla’ – Parte 1

Roccamorice

Giovine e coi ricci al vento, in falesia a Roccamorice

Lo sapete perché questo blog si chiama Casa Tufilla? Stamattina pensavo che ve lo voglio raccontare, ma per farlo devo partire dall’inizio.

Gran Sasso

Gran Sasso, le prime vie alpinistiche

Un inizio che parte da una scelta, quella di mettere la parola fine ad un periodo della mia vita in cui non ero contenta di me, non ero quello che speravo per me. Un cambio radicale, che inizia con la montagna, il trekking, l’arrampicata, l’alpinismo.

Una fine dell’anno, poi, che dà il via a quei pensieri capaci di rimettere tutto in fila, le cose successe, i desideri nascosti, le scelte inconsapevoli, tutto torna chiaro. In quella sera di fine anno ho sentito il bisogno di buttare fuori i pensieri e il vissuto, e di ringraziare chi ne aveva fatto parte. Questa è la lettera che ho ritrovato stamattina nel mio hard-disk, che non spiega il perché di “Casa Tufilla”, ma senza il periodo che racconta, Casa Tufilla non ci sarebbe mai stata (o perlomeno non si sarebbe chiamata così). Continua a leggere

A saperlo prima!

Ecco le cose che ho imparato dopo la nascita di Enea, ma che se avessi saputo prima, mi avrebbero semplificato la vita. E magari sarei anche risultata più gentile agli occhi delle già mamme.

Lanolina, quella manna dal cielo.

Scoperta e comperata per la prima volta appena uscita dall’ospedale, per le ragadi da allattamento, si è rivelata poi un alleato strepitoso per fastidiose screpolatura o irritazioni, per i bambini ma anche per noi ‘grandi’. Per intenderci: Continua a leggere

Ti porterà il vento

gentileenea

Gentile, nato nel 1915, ed Enea, nato nel 2015. Un secolo di separazione, eppure così vicini.

Ciao Gentile,
oggi è il tuo compleanno, 101 anni, ma tu hai deciso che non volevi festeggiarlo qui. Avevi avuto la tua grande festa lo scorso anno, con tutto il nostro piccolo paese a festeggiarti, e probabilmente è così che volevi far ricordare il tuo compleanno. E allora ci hai lasciati, il primo giorno di questo dicembre, perchè non volevi passarlo in ospedale, o chissà.
Continua a leggere

I figli creano dipendenza?

educate-children

Non so a voi, ma credo che a me i figli creino dipendenza (poi magari al secondo o al terzo ne riparliamo :)).
Sono diventata mamma tardi, 36 anni. Certo, in linea con i tempi di adesso, ma lasciando stare dinamiche sociali ed economiche, è tardi.
Per questioni di energia, prima di tutto, e di tempo, poi.
Perchè se a 20 anni le notti in bianco le reggi a gogo e l’hangover dura giusto qualche ora, a 36 ti sconquassano come non mai. Perchè se a 20 anni balli per ore senza sosta, a 36 hai il fiatone dopo la seconda rampa di scale. Ma lasciando l’ironia e i limiti fisici, a 36 anni è tardi perchè solo quando li vedi crescere da un giorno all’altro, ti rendi conto di quanto il tempo voli e capisci che se avessti fatto i tuoi figli prima, avresti più vita da trascorrere con loro, stargli accanto, vedere cosa diventeranno e se e come continueranno a mandare avanti questa Terra.
Continua a leggere