Torta di carote e mandorle

Torta Carote Mandorle

La mia versione di torta di carote e mandorle, senza burro né olio

Da piccola adoravo le Camille, le merendine con le carote.
Da grande ho provato un paio di volte a farle, col risultato di sprecare le carote.
Poi un giorno su Facebook Chiara Maci ha pubblicato la sua ricetta della torta di carote e ho detto “Proviamola!”.

Risultato?
La torta è venuta bene, le carote non le ho sprecate, non ha burro né olio, lo zucchero l’ho diminuito e, tanto avevo sporcato il Bimby per tritare mandorle e carote, l’ho usato anche per la torta, segnandomi i passaggi. Così ora, oltre alla ricetta di una torta di carote buona e senza burro, ho anche il procedimento per farla col Bimby.

Il dolce, come si spiega nella ricetta originale, rimane morbido per diversi giorni, senza seccarsi.
Nelle mie ricerche ho anche un’altra versione, ma devo ancora provarla, se mi riesce bene ve la posto!

Ingredienti
  • 300 g mandorle (le mie erano biologiche e pelate, dell’Azienda Agricola Serra di Mezzo, acquistate tramite GAS,)
  • 300 g carote (biologiche)
  • 200 g zucchero (ne ho messi 230 g ma sono ancora troppi, per cui vi consiglio 200g. La ricetta originale ne ha 300 g, decisamente troppi per me.)
  • 80 g farina (io ho usato quella integrale buona del contadino)
  • 4 uova (di casa)
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
Procedimento tradizionale

Frullate le carote e le mandorle, separatamente, in una consistenza tra la farina e la poltiglia, a seconda che vi piaccia sentire i pezzetti (soprattutto delle mandorle) o meno.
Separate i tuorli dagli albumi, sbattete i primi con lo zucchero e montate a neve ferma i secondi, con un pizzico di sale.
Aggiungete al composto di zucchero e uova le mandorle, le carote e la farina, e mescolate. Unite il lievito e infine amalgamate gli albumi mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Versate in uno stampo imburrato (io in realtà ungo con un po’ di olio di oliva o di semi, distribuendolo bene con un tovagliolino di carta o lo scottex) e infarinato, e cuocete per 40 minuti a 170°, io ho messo forno statico. Prova stecchino e se cotto lasciate raffreddare prima di sformare.

Procedimento Bimby
  1. Tritate le mandorle 7 secondi, velocità 6. Trasferite in una ciotola. A me alcuni pezzetti si sentivano, se preferite l’impasto più omogeneo aumentate un po’ i secondi e la velocità.
  2. Tritate le carote, tagliate in pezzi, 4 secondi, velocità 6. Trasferite nella ciotola con le mandole.
  3. Separate i tuorli dallo zucchero e a parte montate gli albumi con un pizzico di sale. Nel boccale, invece (non serve pulirlo) sbattete i tuorli con lo zucchero, 40 secondi, velocità 5.
  4. Aggiungete le mandorle, le carote e la farina, 60 secondi, velocità 4.
  5. Aggiungete il lievito, 20 secondi, velocità 4.
  6. Infine aggiungete gli albumi, 20 secondi, velocità 5.
  7. Versate in uno stampo imburrato (io in realtà ungo con un po’ di olio di oliva o di semi, distribuendolo bene con un tovagliolino di carta o lo scottex) e infarinato, e cuocete per 40 minuti a 170°, io ho messo forno statico. Prova stecchino e se cotto lasciate raffreddare prima di sformare.

Vi va di provarla? Fatemi sapere se vi è piaciuta, e se anche voi avete una ricetta collaudata della torta ‘Camilla’ mandatemela, così la pubblichiamo. Che ai bambini una torta così verdurosa fa tanto bene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *