Zainetti per bambini a forma di animali

Ma carini eh, mica una cosa pacchiana. E tanto utili, a nostro avviso. Per questo oggi voglio condividere con voi uno dei regali che ho fatto ad Enea intorno all’anno e mezzo, quando iniziava a volersi portare in giro i suoi giochi e ormai deambulava con dignità (che zavorrarlo su passi ancora incerti sarebbe stata cattiveria). Senza contare che si mangerebbe pure me in qualsiasi momento, e lo zainetto era il custode perfetto per le sue merende “on the go”.

91dxyozifrl-_sl1500_

Manco a dirlo, essendo shopping online addicted da quando sono mamma (per questioni di tempo e comodità, non perché faccia figo) l’ho comprato su Amazon. Abbiamo scelto lo zainetto a forma di gufo di Skip Hop, ideale per bambini dai 12 mesi in su viste le dimensioni ridotte (23x19x170 cm).

Cosa ci piace

Certamente il design, delizioso e divertente per un bambino. Enea se ne è innamorato subito e l’idea di avere anche lui uno zainetto per uscire con tutte le sue cose, gli piace molto.

FestaPapà

Ecco lo zainetto in mano al papà di 1 metro e 90.

Il suo essere “borsa di Mary Poppins”, perché nonostante le dimensioni veramente ridotte (ma a un bambino con meno di 3 anni non si può davvero chiedere di portarlo più grande) è capiente a sufficienza per quel poco che può servire. Per capirci noi ci mettiamo la borraccia con l’acqua (di Rocketbaby, ve ne racconterò presto), un contenitore ermetico con biscotti o frutta essiccata, una confezione da borsetta di salviettine umidificate e da quando abbiamo tolto il pannolino anche un cambio (estivo) completo.

La varietà di scelta. Noi abbiamo preso il gufo piccolo, ma sono tanti gli animaletti tra cui scegliere e diverse anche le dimensioni, con zainetti adatti anche a bambini da 3 anni in su.
91i2dcaaxul-_sl1500_Su Amazon c’è l’imbarazzo della scelta, e anche i prezzi variano a seconda del modello. Alla bimba di una coppia di amici, ad esempio, abbiamo regalato la coccinella, e anche quella è carinissima.

Gli spallacci regolabili, così si può infilare comodamente e tenerlo alla giusta altezza sulla schiena, e la chiusura sul petto, che sennò così piccini non riescono a tenerlo sulle spalle e scivola sempre indietro.

 

La comodità di poter andare da casa all’asilo, dall’asilo a casa dei nonni e da casa dei nonni tornare a casa nostra senza viaggiare con buste e bustine per i cambi, o permettere ai nonni di portarselo a fare delle commissioni senza preoccuparsi di portare l’acqua o la merenda, è già tutto lì.

Il prezzo, perché alla fine una ventina di euro per un prodotto bello, resistente e fatto bene, ci possono stare.

 

Cosa non ci piace

Oddio, dire che c’è qualcosa che non ci piace è una parola grossa.
Potrei parlare della rendinella in dotazione, che si aggancia sotto allo zainetto per permettere al bambino di muoversi pur tenendolo. Ma a noi questa idea di ‘giunzaglio’ non fa impazzire, tanto che quando l’ha persa, all’asilo, non ne abbiamo sentito la mancanza.

Essendo molto piccino, all’interno è un unico scomparto, senza nessuna tasca. Magari averne una per separare un po’ le cose sarebbe potuto essere utile, ma questa versione è davvero ‘mini’, sarebbe chiedere troppo. Quelli più grandi hanno una tasca esterna separata.

La tasca laterale, veramente piccina, riusciamo a metterci solo cose poco voluminose, ma anche questo è un dettaglio.

Spero che questa nostra esperienza possa tornarvi utile e di avervi dato una bella idea per per i vostri bambini o per un regalo. Non è un post sponsorizzato (seee, magari, vorrebbe dire che questo piccolo blog starebbe avaaaaaanti e sarebbe già famoso), ve l’ho raccontato perché siamo davvero contenti della nostra scelta, e quando sarà il momento di cambiare zainetto, perché ormai piccolo, sceglieremo molto probabilmente uno dei modelli più grandi.

E voi? Avete uno zainetto Skip Hop o un altro tipo? Che ne pensate? Se avete altri zainetti da consigliare non sarà che una ricchezza per tutti noi. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *